NOTTOLINI

Lorenzo Nottolini

architetto (1787-1851)

Il grande architetto lucchese nacque aZone e divenne famoso per la sua vasta attività al servizio del regio ducato di Lucca svolta dal 1818 al 1848. La sua formazione culturale era molto ampia, dato che aveva fatto esperienza anche all'estero, e Nottolini la seppe sfruttare al meglio. Il suo primo lavoro fu la sistemazione della piazza che verrà poi intitolata a Napoleone, ricavata demolendo vecchi edifici. Poi restaurò lo splendido ovale di piazza Anfiteatro, progettò la linea ferroviaria Lucca-Pisa, altri edifici e interventi sul territorio lucchese. Ma l'opera a cui deve la sua meritata fama è senza dubbio il grande acquedotto monumentale che corre a sud dal monte di Guamo fino alle porte della città. Un'opera architettonica lunga oltre quattro chilometri, sviluppata attraverso 459 armoniose arcate. I progetti di Lorenzo Nottolini furono realizzati tra il 1807 e il 1832 grazie all'appoggio prima di Elisa Baciocchi e poi di Maria Luisa di Borbone, allo scopo di dotare finalmente Lucca di ottima acqua corrente. Le acque di ben 18 sorgenti furono convogliate sapientemente in due gallerie filtranti lastricate in pietra, quindi in una condotta libera sorretta dalle arcate e infine in una condotta forzata sotterranea, attraverso la quale raggiungono ancora oggi le numerose e caratteristiche fontane in marmo del centro storico. L'acquedotto del Nottolini costò allora la bellezza di 1.469.204 lire lucchesi.